Waiting for Michele

IMG_1406

Un pomeriggio estivo al parco di Monza. Una giornata calda. Una coppia innamorata. Una futura mamma. Un futuro papà.
Sara e Riccardo e l’emozionante attesa per l’arrivo di Michele.

002

IMG_1387

IMG_1415

IMG_1511

IMG_1572b

IMG_1665

IMG_1675

IMG_1596

IMG_1707

IMG_1694

Fuji Instax Mini 8

Ultima arrivata e felicemente accolta nella mia famiglia di fotocamere, lei:
la Fuji Instax Mini…azzurra ovviamente! (Grazie Matteo!)

Un design e un colore che trasmettono subito simpatia!
E che dire delle istantanee grandi come un bigliettino da visita?
Carinissime e, nonostante le piccole dimensioni, veramente ben definite.

L’unica pecca è il costo dei caricatori (così come le Polaroid)…quindi scatto con parsimonia :)

_MG_6579

 

Ecco qualche scatto ricordo

 

con Matteo, il giorno del mio compleanno

con Matteo, il giorno del mio compleanno

con alcuni amici, il giorno del mio compleanno

con alcuni amici, il giorno del mio compleanno

Canon Eos 6D

La mia Canon Eos 30D iniziava ad avere una certa età e ad arrancare.
Fu così che arrivò il momento di farle prendere un po’ di fiato e farla affiancare da una nuova reflex digitale.
Ed ecco il mio acquisto…una Canon Eos 6D.

Che dire?

Un altro pianeta, un’altra galassia.

La possibilità di scattare ad iso altissimi con pochissimo rumore digitale, cosa che per la mia 30D non era possibile.
Un corpo macchina meno rumoroso e più veloce, una qualità superiore.

E poi, finalmente, ho potuto sfruttare il mio 24-70 mm f2.8 come si deve!

Canon Eos 6D

Canon Eos 6D

 

Ecco alcuni scatti

Marino e Valentina

Marino e Valentina

Campionato di pallavolo prima divisione maschile

Campionato di pallavolo prima divisione maschile

Quartiere Europeo, Bruxelles

Quartiere Europeo, Bruxelles

Gent | Bruges

Gent | Bruges

Bruges

Bruges

Bruges | Gent

Bruges | Gent

Navigando per i canali di Bruges

Navigando per i canali di Bruges

Menton

Menton

Van Gogh Alive

Van Gogh Alive

Van Gogh Alive

Van Gogh Alive

Preparazione dei macarons, www.roadtopatry.com

Preparazione dei macarons, www.roadtopatry.com

Bicicletta azzurra | Macarons

Bicicletta azzurra | Macarons

Bicicletta azzurra

Bicicletta azzurra

Soffioni

Soffioni

Campi di colza

Campi di colza

Alice e Alessandro | Marcello e Valeria

Alice e Alessandro | Marcello e Valeria

 

Canon AE-1

Durante una mia visita al Photoshow di Milano non potei fare a meno di curiosare tra le varie attrezzature fotografiche esposte in occasione del mercatino dell’usato.

E lì fu amore a prima vista!

Non potevo certo lasciarla lì questa Canon AE-1 con obiettivo 50 mm f1.8, per un’amante della pellicola come me era un salto indietro nel tempo.
Così, per circa una settantina di euro, quel giorno tornò a casa con me.

Devo ammettere che non la uso spessissimo ma la adoro:                                                                                                                                                                                                                                                             adoro sentire il rumore dell’avanzamento della pellicola e il rumore dello specchio che si alza e si abbassa quando premo il pulsante di scatto.

Sono affascinata dalla pellicola per due motivi:
1) Ho iniziato a scattare in pellicola.
2) La pellicola mi “costringe” a riflettere di più, a non sprecare fotogrammi preziosi.

Bisognerebbe imparare a riflettere prima di scattare, a pensare, a ragionare e a non sprecare fotografie.
Col digitale si scatta di più, non pagando le pellicole si ha la possibilità di scattare tantissime foto ma, sinceramente, quante meritano di essere conservate?

Canon AE-1

Canon AE-1

 

Ed ecco alcuni scatti…si nota che prediligo le pellicole in bianco e nero? :)

Susanna

Susanna

Elena e Marco

Elena e Marco

Macarons

Macarons

Il tableau mariage di Elena e Luca

Il tableau mariage di Elena e Luca

La gatta sul tetto che scotta?

La gatta sul tetto che scotta?

Il tatuaggio di Daniel | Una coppia a Bellagio

Il tatuaggio di Daniel | Una coppia a Bellagio

Marco e Laura

Marco e Laura

Una macchia fotografica usa e getta per ogni tavolo

Una macchia fotografica usa e getta per ogni tavolo

Un pic-nic in Costa Azzurra

Un pic-nic in Costa Azzurra

Davide e Alessandra

Davide e Alessandra

Davide e Susanna

Davide e Susanna

Canon Eos 30D

Anche per me, amante della pellicola, arrivò il giorno in cui si rese necessaria una tecnologizzazione della mia attrezzatura.
E così arrivo lei, la mia Canon eos 30D che, con l’obiettivo fornito nel kit, aveva più che altro la funzione di un fermacarte (come mi disse una volta un mio compagno di corso dell’Istituto Europeo di Design). 😉

Nonostante l’obiettivo plasticozzo (come lo chiamo io) del kit, il suo lavoro l’ha svolto, e lo svolge tuttora, egregiamente.
Non preoccupatevi però! L’obiettivo del kit è stato poi soppiantato da ottiche decisamente migliori.
Come si suol dire, ogni cosa a suo tempo.

Questa mia macchina fotografica ha fotografato innumerevoli viaggi, centinaia di visi ed espressioni curiose e, nonostante sia stata recentemente “soppiantata” da una reflex più attuale, mi capita ancora di usarla.
Possiamo tranquillamente dire che è la mia reflex digitale di battaglia, un carroarmato!

Anche questa mia macchina fotografica non è stata esente da qualche caduta (la più importante in quel di Parigi quando aveva pochi mesi di vita) ma se l’è cavata solamente con qualche graffio!

Per fortuna! :)

Canon eos 30D

Canon eos 30D

 

Qualche scatto effettuato grazie alla mia 30D.
E’ stato veramente difficile scegliere!

Borghetto di Valeggio sul Mincio, uno dei borghi più belli d'Italia

Borghetto di Valeggio sul Mincio, uno dei borghi più belli d’Italia

Visitatori esausti a Versailles | dettaglio dell'arredamento della reggia di Versailles

Visitatori esausti a Versailles | dettaglio dell’arredamento della reggia di Versailles

Terrazza Mascagni, Livorno

Terrazza Mascagni, Livorno

Scoiattolo londinese | Borghetto di Valeggio sul Mincio

Scoiattolo londinese | Borghetto di Valeggio sul Mincio

Princess Diana Memorial Fountain, Hyde Park

Princess Diana Memorial Fountain, Hyde Park

Manine al trucco | Richie McCaw degli All Blacks firma il gesso di un tifoso

Manine al trucco | Richie McCaw degli All Blacks firma il gesso di un tifoso

Double decker, Londra

Double decker, Londra

Emanuela e Alessandro

Emanuela e Alessandro

Una pioggia di glicine

Una pioggia di glicine

 

L’ho detto io che la scelta è stata difficile! :)

Canon ixus 70

Lei è la mia digitalina, la mia fedele compagna.
Mi è stata regalata da mio padre per la laurea e, da allora, è sempre con me.

E’ la mia agenda di appunti visivi, la uso per fotografare qualunque cosa di cui voglio avere memoria.
Piccola, compatta, è sempre in borsa e sempre pronta a scattare!
Non posso farne a meno, è un’alleata importante.

Anche lei, purtroppo, un giorno è caduta…l’ho curata con un pezzetto di nastro adesivo!

Canon ixus 70

Canon ixus 70

 

Ecco qualche scatto della mia compattina:

 

Parque das Nações, Lisbona

Parque das Nações, Lisbona

i miei piedi a Lisbona | Tour Eiffel

i miei piedi a Lisbona | Tour Eiffel

Coimbra

Coimbra

aeroporto di Lisbona

aeroporto di Lisbona

 

 

 

Polaroid 636 CloseUp

Chi di voi non possiede una fotografia scattata con una Polaroid?

Quando ancora non esisteva il digitale questo era l’unico modo per vedere subito la fotografia stampata:
scatti, aspetti qualche minuto e, come per magia, ecco la tua stampa!

Ancora oggi, la Polaroid ha un fascino irresistibile e ne esistono molte varianti.

Un piccolo consiglio:
mentre aspettate che l’immagine compaia, non sventolate la Polaroid.
Lo sventolamento non accelera il processo di sviluppo, anzi, rischia di rovinare l’immagine.

 

Polaroid 636 CloseUp

Polaroid 636 CloseUp

 

Ecco qualche polaroid!

 

Milano

Milano

 

Tram milanese | Installazione a Lissone

Tram milanese | Installazione a Lissone

 

 

Holga 120 CFN

Oggi vi presento un altro membro della mia famiglia fotografica:

la Holga.

La Holga è una toy camera della Lomo, per intenderci, è una macchina fotografica completamente di plastica.

Non utilizza i classici rullini di uso comune bensì pellicole di medio formato, ovvero dei negativi più grandi (6 cm x 4.5 cm o 6 cm x 6 cm).
Una delle particolarità della Holga è che la rotella di avanzamento della pellicola non si blocca quindi è possibile scattare doppie esposizioni o fotografie sovrapposte solo per una determinata porzione.

Il modello che ho comprato possiede anche un flash colorato: bianco, giallo, rosso e blu.
Purtroppo, ha funzionato per poco!

Insomma, una macchina fotografica da utilizzare come un gioco per divertirsi in allegria.

 

Lomo Holga 120 CFN

Lomo Holga 120 CFN

 

Ecco qualche scatto fatto con la Holga.

Nyhavn, Copenhagen

Nyhavn, Copenhagen

Frederiksborg slot, Hillerød

Frederiksborg slot, Hillerød

Cabo da Roca, Portogallo

Cabo da Roca, Portogallo

 

 

Canon Eos 300V

Quella che avete visto nel mio articolo precedente è la mia prima macchina fotografica.
Ok, tralasciamo quella compattina gialla comprata in edicola quando ero ancora alle elementari.

Per essere più precisi, diciamo che è stata la mia prima reflex.

Con lei ne ho passate tante, ha immortalato momenti di vita spensierata e tanti viaggi, ha divorato rullini su rullini restituendomi immagini indelebili nel tempo.

C’è un aneddoto tragicomico legato alla mia prima reflex.
Durante l’estate del 2006 è stata mia fedele compagna, insieme ad altre TRE fotocamere, in un interrail che prevedeva le seguenti tappe:
Vienna > Berlino > Copenhagen > Monaco di Baviera.
A metà viaggio, mentre eravamo alla Stazione Centrale di Berlino in attesa del treno per Malmö per poi raggiungere la Danimarca, la mia fedele reflex si trovava nel mio Eastpak azzurro insieme alle altre macchine fotografiche.
L’Eastpak lo portavo sul davanti.
Mentre stavo camminando la cerniera del mio suddetto Eastpak azzurro decide di cedere facendo fare un volo mostruoso alla mia reflex che si schianta al suolo.

Poteva andare peggio.

Nello schianto la mia reflex è sopravvissuta, ha riportato soltanto la rottura del gancio che teneva chiuso lo sportellino in cui si inseriva la pellicola.
Vi chiederete come abbia potuto continuare a scattare fotografie durante il resto della vacanza.

Non c’è niente di meglio di una foto esplicativa.

Chissà se McGyver avrebbe saputo fare di meglio.

Chissà se McGyver avrebbe saputo fare di meglio.

 

Ecco qualche scatto effettuato con la 300V.

Una domenica a Bellagio.

Una domenica a Bellagio.

 

Palazzo di Sanssouci, Potsdam | Musicista di strada, Firenze

Palazzo di Sanssouci, Potsdam | Musicista di strada, Firenze

Copenhagen

Copenhagen

 

La ragione per cui fotografo

Non ricordo con esattezza la prima volta che ho iniziato a scattare fotografie. Ricordo però uno dei primi episodi.
Era agosto, avevo quasi 13 anni e mi trovavo al mare con i miei genitori.
Il tempo quel giorno era nuvoloso e durante il pranzo risalii in camera, non ricordo per quale motivo.
Dal balcone si vedeva il mare e, quel giorno in particolare, il colore dell’acqua continuava a cambiare velocemente così scattai delle fotografie.
Le scattai per immortalare tutte quelle meravigliose sfumature di azzurro che si rincorrevano velocemente, istante dopo istante.

Non so dire con esattezza se quello sia stato l’inizio o soltanto un inizio.

Negli anni successivi è stato un susseguirsi di foto scattate ai vari oggetti a cui tenevo e ai compagni di classe in gita. Soprattutto mentre dormivano in pullman.
(Per loro dev’essere stato un incubo! Ahah! )

Qualche anno dopo, in quinta liceo, mi iscrissi ad un corso base di fotografia e lì ho imparato cosa sono i diaframmi, il tempo di otturazione, gli iso e tutte le basi tecniche.
Quello stesso Natale ho ricevuto in regalo la mia prima reflex (analogica ovviamente), da allora non ho più smesso di fotografare.

Veniamo al dunque, qual è la ragione per cui fotografo?
Semplice, l’eternità.
La possibilità di rendere eterno un attimo effimero.
La possibilità di non dimenticare.

_MG_6566

                                                                                                                                            La mia prima reflex, una Canon Eos 300V